Progetti di digitalizzazione del Comune

L'Ente si evolve

Il Servizio ICT dell’Ente ha partecipato quindi a cinque avvisi per l’erogazione di contributi del PNRR finalizzati alla realizzazione di altrettanti progetti: le diverse attività sono tuttora in corso di realizzazione, in collaborazione con diversi uffici dell’Ente coinvolti.

Abilitazione e facilitazione migrazione al Cloud – Acquisto di 17 servizi

29 e 30 novembre 2023: migrazione in Cloud dell’Anagrafe

Cosa prevede il progetto:
la migrazione in Cloud qualificato di una serie di applicativi, in precedenza ospitati dai server dell’Ente. I vantaggi sono una maggiore efficienza, oltre al completo rispetto della normativa in materia di digitalizzazione, privacy e sicurezza. Ad esempio, ora il software utilizzato dagli uffici per la protocollazione e redazione degli atti è accessibile al personale in maniera più rapida ed efficiente, in qualsiasi momento, facilitando così anche il lavoro da remoto.

Ammontare dell’investimento: 402.506,00 euro


Adozione identità digitale – Acquisto di 2 servizi

Cosa prevede il progetto: alcuni servizi online diventeranno accessibili, oltre che con SPID, anche tramite CIE. La Carta d’Identità Elettronica, infatti, può essere utilizzata come strumento di identificazione digitale, con diversi livelli di autenticazione a sicurezza crescente. Questo permetterà ai cittadini di avere uno strumento aggiuntivo per accedere ad alcune funzionalità offerte via web dagli uffici comunali.

Ammontare dell’investimento: 14.000,00 euro


Piattaforma Notifiche Digitali

Cosa prevede il progetto: l’integrazione con il nuovo Sistema Nazionale di Notifica, che consente di recapitare gli avvisi con diversi mezzi – dalla PEC alla tradizionale posta raccomandata. Il sistema è gestito in maniera centralizzata, e riduce notevolmente per il Comune i costi di notifica legale degli atti amministrativi. Inoltre viene semplificata la gestione delle comunicazioni, e vengono sfruttati anche canali alternativi – come l’SMS, l’email oppure app IO – per aumentare la possibilità di contattare i destinatari degli avvisi. Il primo applicativo interessato da questa evoluzione sarà il software utilizzato dalla Polizia Locale per l’invio delle contravvenzioni al Codice della Strada.

Ammontare dell’investimento: 59.966,00 euro


Adozione app IO

Cosa prevede il progetto:
l’app IO, nata nel 2020 su iniziativa della Presidenza del Consiglio dei Ministri e prevista dal Codice dell’Amministrazione Digitale, è un unico punto di accesso per tutti i servizi digitali erogati dalla Pubblica Amministrazione. Ad oggi, quasi 30 milioni di persone hanno scaricato questa applicazione sul proprio smartphone, e possono così accedere, con la massima comodità e tempestività, a un elenco di servizi pubblici in continua espansione.
I servizi del Comune di Vigevano integrati sulla app ministeriale sono numerosi: ad esempio, le notifiche riguardanti scadenze e segnalazioni, oppure il pagamento online del pass per il parcheggio della stazione ferroviaria o del dovuto per certificati e pratiche di Stato Civile.

Ammontare dell’investimento: 9.464,00 euro


Piattaforma Digitale Nazionale Dati

Cosa prevede il progetto: la Piattaforma Nazionale Dati è stata creata per la condivisione di alcune tipologie di informazioni da parte di tutti i Comuni italiani, ad esempio dati relativi alle attività commerciali oppure alla protocollazione degli atti. Anche il Comune di Vigevano sarà abilitato alla condivisione di dati e informazioni su questa piattaforma, favorendo così l’interoperabilità e la rapidità nella ricerca delle informazioni, con un adeguato livello di sicurezza.

Ammontare dell’investimento: 162.748,00 euro