Riqualificazione del complesso di Piazza Vittorio Veneto – Scuola Regina Margherita – Palestra Carducci


Avanzamento lavori 22/11/2023: sono stati avviati i lavori per la costruzione della centrale termica a servizio della Scuola Regina Margherita, la struttura in C.A. del locale tecnico interrato è quasi completata e sono in corso i lavori di rimozione selettiva dei materiali interni alla palestra per permetterne lo smaltimento differenziato.

Situazione lavori per realizzazione della centrale termica


INQUADRAMENTO TERRITORIALE
L’area interessata dall’intervento di rigenerazione urbana è compresa tra Piazza Vittorio Veneto, Via Edmondo de Amicis, Via Lucrezia De Bastici e Via Giosuè Carducci.

COME SI ARTICOLA IL PROGETTO

L’obiettivo generale del progetto è riqualificare e valorizzare il patrimonio pubblico esistente, potenziare l’offerta di spazi e di servizi per lo sport, la didattica e la cultura in generale, migliorare la qualità del decoro urbano e l’immagine del centro storico cittadino. Progetto che si articola in 3 interventi: riqualificazione della scuola Regina Margherita, costruzione della nuova Palestra Carducci (Pala Basletta), realizzazione del posteggio sotterraneo in via De Bastici.

EFFICIENTAMENTO ENERGETICO
Per la nuova palestra  si provvederà alla dotazione di impianti di ultima generazione per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria, utilizzando risorse rinnovabili.  La nuova palestra sarà dotata di un impianto di riscaldamento a pavimento, integrato da impianto ad aria primaria. La produzione di acqua calda ad uso riscaldamento e sanitario  sarà garantita da una pompa di calore geotermica ad acqua di falda.

L’approvvigionamento dell’energia elettrica avverrà sfruttando la copertura della nuova palestra, che sarà adibita all’installazione di pannelli fotovoltaici. L’energia elettrica prodotta dai pannelli sarà utilizzata direttamente per le utenze della palestra, come ad esempio le pompe di calore  e l’impianto di illuminazione.

COSTRUZIONE NUOVA PALESTRA CARDUCCI
Il fabbricato è stato costruito nel 1961 e necessita di rilevanti interventi manutentivi. Inoltre non soddisfa l’attuale normativa CONI né per quanto riguarda le dimensioni del campo da pallacanestro né i servizi complementari.

Veduta aerea dell’inserimento della nuova costruzione nel contesto urbano circostante
Veduta aerea dell’inserimento della nuova costruzione nel contesto urbano circostante

Considerate le difficoltà e i costi di un eventuale adeguamento alle norme attuali in materia sismica e di efficientamento energetico, si è ritenuta opportuna la sostituzione dell’edificio con una nuova struttura, ad uso sia palestra scolastica sia per manifestazioni sportive e culturali di rilievo, con tribune di capienza complessiva di circa 1.000 posti, sfruttando anche il sottosuolo per la creazione di un parcheggio coperto in una zona caratterizzata da grande richiesta di spazi per la sosta.

DESCRIZIONE INTERVENTO

Ingresso principale posizionato all’incrocio tra via Carducci e via De Bastici.
Ingresso principale posizionato all’incrocio tra Via Carducci e Via De Bastici.

Il progetto su sviluppa in un’unica campata con una copertura in legno. La conformazione a volta a botte, che caratterizza attualmente il palazzetto, viene nel progetto rovesciata e trasformata in una copertura sinuosa, studiata per ridurre l’impatto volumetrico rispetto al contesto urbano che comprende la palestra. L’edificio si compone percettivamente da due blocchi: un blocco basamentale, che funge da zoccolo di attestazione dell’edificio, e uno sommitale che slancia e snellisce la volumetria.

rendering interno del nuovo campo da gioco
Il campo e le gradinate

La parte inferiore delle facciate è ricoperta in legno, mentre la parte superiore, in policarbonato alveolare, garantisce una grande luminosità interna: il posizionamento delle gradinate farà in modo che il pubblico al tramonto si troverà il sole alle spalle e non di fronte come avviene attualmente. L’ingresso principale è posizionato all’incrocio tra Via Carducci e Via De Bastici, e immette direttamente sul campo da gioco, racchiuso su tre lati dalle aree che prevedono, al di sotto delle tribune, gli spazi di servizio (spogliatoi, servizi igienici ecc.). Un nuovo volume va ad innestarsi con l’ala sud dell’edificio scolastico esistente, mantenendo però una separazione interna degli spazi e dei flussi di utenza: qui sono collocati il bar e il locale della società sportiva, con un ingresso aggiuntivo dedicato da Via Carducci.

NUOVO PARCHEGGIO Dl VIA DE BASTICI
Il progetto prevede la realizzazione di un parcheggio in struttura interrato, per 50 posti auto con un potenziale ampliamento nel cortile retrostante la Scuola Regina Margherita.

RIQUALIFICAZIONE DELLA SCUOLA REGINA MARGHERITA
La scuola Regina Margherita è uno degli edifici destinati a tale scopo più ragguardevoli della città di Vigevano, edificato tra il 1906 e il 1908 in stile liberty. Le opere prevedono il restauro dell’importante facciata, caratterizzata da una decorazione a graffiti  e da fregi in cemento risalenti all’epoca di costruzione. La decorazione si presenta infatti particolarmente deteriorata  e le parti in cemento necessitano un consolidamento atto a prevenirne il distacco.

Ammontare dell’investimento: 10.010.000 €

banner enti finanziatori Unione Europea e Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per lo Sport

Progettisti: R.T.I. SETTANTA7 S.r.l. -Torino, TEAM S.r.l. – Pavia,
ALLEGRA CARLONE Conservazione e restauro – Pino Torinese (TO)