IL LAGO DEI CIGNI

Sabato 30 novembre 2024 - Ore 21.00

The Ukrainian Ballet of Odessa

in

IL LAGO DEI CIGNI

Musica: P.I. Chaikovsky

Coreografia: Marius Petipa, Lev Ivanov

Adattamento: Vladimir Troshenko

Distribuito da: Live Arts Mgmt srl

Con la partecipazione dei Solisti e del corpo di ballo del Balletto Ucràino di Odessa

 

Il balletto classico più famoso di tutti i tempi, composto sulla magnifica partitura di P.I. Čajkovskij, trae origine da antiche leggende nordiche. La versione del balletto originaria fu realizzata nel 1895 da Marius Petipa e Lev Ivanov e costituisce la base di tutte le versioni successive.

Tanto inquietante quanto affascinante, racconta la storia di Odette, principessa stregata nella forma di un cigno bianco, e Odile, il suo doppio malvagio, un cigno nero. Tra questi due alter ego si muove il giovane principe Siegfried, confuso e accecato da queste creature, sotto l’influenza del mago Rothbart, artefice del maleficio che ha colpito Odette. Una storia d’amore universale e senza tempo. Il Balletto Ucraino di Odessa presenta la sua versione di Lago dei Cigni, nel rispetto della versione originale e con scene e costumi realizzati a mano. Attraverso l’uso di costumi sontuosi e meravigliose scenografie tradizionali, il Balletto Ucraino di Odessa fa rivivere lo splendore della sala da ballo del palazzo con i cigni che fluiscono in perfetta formazione su un lago illuminato dalla luna.

Sinossi

ATTO I

Scena I

Nella tenuta del Principe Sigfried sono radunati dei nobili per una battuta di caccia, ma i loro passatempi non sono graditi al giovane principe. Sigfried vorrebbe scappare dalla confusione e dalle smancerie della corte alla ricerca di persone semplici e sincere. Scorgendo un gruppo di contadini, decide di unirsi a loro. Arriva la Regina Madre accompagnata dalle sue dame di corte. Stupita dell’attrazione di Siegfried per le persone umili, lo rimprovera severamente e lo esorta a tornare tra la nobiltà di corte. Il Principe deve infatti scegliere la sua promessa sposa al ballo del giorno successivo. Rimasto solo, Siegfried è assorto nei suoi pensieri; è difficile per lui accettare l’idea di fidanzarsi con una ragazza sconosciuta.

Uno stormo di cigni vola in cielo e raggiunge un lago segreto. Il Principe lo guarda rapito; gli sembra infatti che i cigni bianchi abbiano sembianze femminili. Siegfried desidera ardentemente recarsi al lago per scoprirne il segreto e si incammina.

Scena II

È notte. Il regno di Rothbart è avvolto da una luce misteriosa. Il mago malvagio ha uno strano presentimento: uno straniero è entrato nel suo regno e costringe i cigni a raggiungerlo per spaventarlo. Compare il Principe Siegfried. Di fronte a lui, c’è una bellissima ragazza circondata da altre giovani e affascinanti fanciulle: è Odette, la Regina dei Cigni. La presenza del giovane turba le ragazze, ma la sua sincerità ispira fiducia: il giovane è venuto con le più buone intenzioni e suscita nei cuori delle giovani la speranza di salvarle dall’incantesimo al quale sono legate. La Regina dei Cigni racconta la loro triste storia: sono state tutte trasformate in cigni dal malvagio Rothbart e riprendono le loro sembianze umane solo di notte sulle rive del lago. Il terribile incantesimo potrà essere infranto solo dall’amore incondizionato e eterno di un giovane per Odette; deve essere un giovane che non abbia già giurato amore eterno a un’altra ragazza.

Il Principe Siegfried si innamora perdutamente di Odette, le giura amore fedele e eterno e le promette di salvare tutte le ragazze dall’incantesimo del mago cattivo. All’alba, Odette saluta il Principe.

 ATTO II

Scena III

Un ballo al castello. Arriva la Regina Madre insieme a Siegfried; gli ospiti si inchinano al loro passaggio. Le ragazze sfilano una dopo l’altra davanti al Principe e alla madre, ma nessuna riesce a toccare il cuore di Siegfried: il suo pensiero è solo per Odette. Gli araldi annunciano l’arrivo di nuovi ospiti. Entra Rothbart, travestito da nobile cavaliere, insieme alla figlia Odile, perfettamente somigliante a Odette. Il Principe Siegfried cade nel tranello ed è pronto a dare il suo amore a Odile. Il tutore del Principe ha uno strano presentimento e cerca di salvare il giovane da un atto imprudente, ma Siegfried, vittima dell’incantesimo di Rothbart e accecato dalla bellezza di Odile, fa la sua scelta. Odile diventa la sua promessa sposa. Rothbart si affretta a unire le mani dei due giovani. Il Principe giura amore eterno a Odile. In quello stesso momento appare la figura di Odette su una finestra del castello.

Siegfried capisce di essere stato ingannato e si rende conto di aver infranto la sua promessa e corre fuori dalla sala disperato.

Scena IV

Sulla riva del lago. I cigni aspettano con ansia il ritorno di Odette. La Regina dei Cigni racconta loro del tradimento del giovane. Le fanciulle sono disperate: nessuno le salverà più dall’incantesimo malvagio. Siegfried raggiunge la riva del lago e implora Odette di perdonarlo. La giovane crede al Principe, ma nulla ormai potrà preservare lei e le altre fanciulle dall’infelice destino: Odette e le altre ragazze moriranno e Siegfried sposerà Odile. Non appena si rende conto del suo destino, il Principe è pronto ad espiare la sua colpa a prezzo della sua stessa vita. Decide quindi di affrontare Rothbart. Esausto dalla lotta impari, il giovane raccoglie le sue ultime forze e in un estremo impeto sconfigge il mago. I fulmini squarciano il cielo e Rothbart muore. L’incantesimo è svanito: i cigni si trasformano in bellissime ragazze. Odette porge la mano al suo amato salvatore. I primi raggi di sole illuminano la ritrovata felicità di Siegfried e Odette.

 

The Ukrainian Ballet of Odessa

Il Balletto Ucràino di Odessa è stato fondato nel 2006 da Vladimir Troshenko, ex primo ballerino, coreografo e artista emerito della Regione di Odessa.

Composta da 70 ballerini provenienti principalmente dalle accademie di Odessa, Kiyv, e Lviv, la compagnia si è rapidamente guadagnata una reputazione internazionale attraverso estese tournée, portando il nome del balletto ucraino nel mondo.

Il repertorio è composto dai principali titoli del repertorio classico, nel rispetto e nella continuità della migliore tradizione del balletto: Il Lago dei Cigni Lo Schiaccianoci, La Bella Addormentata, Giselle, Romeo e Giulietta, Don Chisciotte, La Bayadère. Scenografie e costumi delle produzioni della compagnia sono tutti realizzati artigianalmente dai maestri negli atélier dei teatri nazionali di Odessa e Kiev.

Alla morte di Vladimir Troshenko, la gestione e lo sviluppo della reputazione della compagnia è stato affidato ad Aleksandra Fedorina, attuale Direttore Artistico.

Vladimir Troshenko

Si è diplomato all’Accademia di danza di San Pietroburgo nella prestigiosa Accademia di balletto Vaganova nel 1973, dove è stato allievo del leggendario Svyatoslav Kuznetsov e ha incrociato la strada con la stella del balletto Mikhail Baryshnikov. Nel 1992, si è laureato con merito presso l’Accademia di Arte Teatrale come Coreografo.

Ha fatto parte come primo ballerino della compagnia del Balletto della Città di Mosca, ballando con star del balletto come Nadezhda Pavlova, Lyudmila Semenyaka, Galina Mezentseva ed Elena Pankova. Dal 1998 al 2010, Troshenko è stato il coreografo principale del Teatro accademico nazionale dell’opera e del balletto di Odessa. Durante questo periodo, ha creato adattamenti dei principali titoli classici: Lago dei cigni, Bella addormentata, Lo Schiaccianoci, Don Chisciotte, La Bayadère. Nel 2005, entra a far parte del consiglio di amministrazione dell’Unione dei coreografi dell’Ucraina e nel 2007 gli viene conferito il Premio Onorario del Governatore della Regione di Odessa per i suoi meriti nel campo della coreografia. Dal 2007 al 2021 è stato direttore artistico e coreografo del Balletto Ucraino di Odessa con il quale ha effettuato estese tournée negli Stati Uniti, Canada, Messico, Grecia, Francia, Romania.

Aleksandra Fedorina

Nel 1981, all’età di 15 anni, dopo essersi diplomata alla Scuola di Balletto della Città di Odessa, ha iniziato la sua carriera di ballerina al Teatro Nazionale dell’Opera e del Balletto di Odessa, con il quale si è esibita in tutto il mondo. Nel 2009 e nel 2013 ha ricevuto premi dal governatore della regione di Odessa per il suo contributo significativo allo sviluppo dell’arte del balletto nazionale nel paese. Dopo la fondazione del Balletto Ucraino di Odessa nel 2006, è stata al fianco di Vladimir Troshenko come sua assistente. Nel giugno 2021, Fedorina si è diplomata in coreografia presso l’Accademia di musica, teatro e belle arti di Chisinau.

Dopo la scomparsa di Vladimir Troshenko nel 2021, è stata nominata direttrice artistica della compagnia.

 

BIGLIETTI (comprensivi del diritto di prevendita):

Posto Unico  Intero €. 29.00

Posto Unico Ridotto €. 23.00

Loggione €. 11.00