TRSU – Tassa smaltimento Rifiuti Solidi Urbani

Ultimo aggiornamento il 9 Giugno 2022 alle 10:09

Gli uffici sono presso il servizio Tributi (corso Vittorio Emanuele II, 25 – primo piano).


Gli interessati
La tassa è dovuta per l’occupazione o la detenzione di locali e aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, esistenti nelle zone del territorio comunale.
Sono pertanto tenuti a presentare denuncia coloro che:

  • acquisiscono o modificano la residenza o domicilio in Vigevano
  • variano la metratura di locali già occupati
  • modificano la destinazione d’uso degli stessi
  • emigrano in altre località
  • iniziano un’attività, la cessano o la trasferiscono, etc…

Documenti necessari per i CITTADINI e per le DITTE INDIVIDUALI:
  • metrature al netto dei muri suddivise per destinazioni d’uso
  • dati nascita e codice fiscale del contribuente
  • data esatta inizio occupazione locali;
  • estremi catastali delle unità immobiliari occupate.
Documenti necessari per le SOCIETÀ:
  • ragione sociale, sede legale e dati del legale rappresentante
  • partita IVA
  • codice fiscale
  • metrature al netto dei muri suddivise per destinazioni d’uso.

Per enti e società qualsiasi denuncia deve essere effettuata dal legale rappresentante o da un suo delegato.


In caso di decesso del contribuente
La denuncia di variazione deve essere presentata dagli eredi o dai conviventi. Considerate le diverse situazioni che potrebbero determinarsi, si consiglia di prendere contatto con gli uffici.

Termini di presentazione della denuncia
La denuncia di occupazione/variazione (per abitazioni o attività)deve essere presentata entro il 20 gennaio successivo all’inizio dell’occupazione. Es. occupazione iniziata tra il  21 gennaio 2011  e il 20 gennaio 2012, denuncia entro il 20 gennaio 2012.
La tassa decorre dal primo giorno del bimestre solare successivo alla data di occupazione dei locali.
In caso di cessazione o variazione che comporti un minore ammontare della tassa, l’abbuono del tributo decorre dal primo giorno del bimestre solare successivo alla data della denuncia.

Dove pagarla
La tassa può essere pagata:

  • presso gli Uffici Postali
  • tramite internet collegandosi al sito www.poste.it
  • presso la Tesoreria Comunale, in contanti senza costi aggiuntivi
  • mediante bonifico IBAN IT 69 T 02008 23000 000102955644 intestato Comune di Vigevano, indicando nella  causale: nome e cognome dell’intestatario del bollettino  – codice utente – TRSU – annualità.

Riduzioni di tariffe
È prevista una riduzione del 30% sulla tariffa, su presentazione di richiesta da parte dell’interessato, nei seguenti casi:

  1. abitazioni con unico occupante;
  2. abitazioni secondarie tenute a disposizione per uso stagionale o limitato o discontinuo.
    Condizioni: la denuncia – originaria o di variazione – deve riportare tale destinazione insieme all’indirizzo di residenza  e la dichiarazione di essere a conoscenza dell’obbligo di comunicare all’ufficio il venir meno delle condizioni che danno diritto a riduzione.
  3. locali diversi dalle abitazioni ed aree scoperte, adibiti ad uso stagionale o non continuativo, ma ricorrente, risultante da licenza o autorizzazione rilasciata dai competenti organi per l’esercizio dell’attività;
  4. abitazioni a disposizione di chi risieda o abbia dimora, per più di 6 mesi all’anno, in località fuori dal territorio nazionale;
  5. costruzioni rurali la cui parte abitativa sia occupata da agricoltori.

In tutti questi casi la riduzione verrà applicata a partire dall’anno successivo alla presentazione della domanda.


Cessazione occupazione locali
La denuncia di cessazione può essere presentata solo se i locali sono completamente vuoti e privi di arredi.
Deve essere inviata al Servizio Tributi il prima possibile in quanto la tassa verrà cancellata dal primo giorno del bimestre solare successivo alla data di presentazione della denuncia (es. in caso denuncia presentata il 10 agosto la cessazione decorrerà dal 1° settembre, in caso di denuncia presentata il 30 settembre la cessazione decorrerà dal  1° novembre).
La cessazione può avere effetto retroattivo solo nel caso in cui si presenti idonea documentazione comprovante la non occupazione (es.: chiusura delle utenze acqua, luce o gas, disdetta contratto di affitto, atto di vendita ecc.) ed entro 60 giorni dalla notifica di un eventuale avviso di accertamento.
In caso di decesso del contribuente la denuncia di cessazione deve essere prodotta da un familiare/convivente/erede.

Agevolazioni per operatori economici
(ditte individuali o società)
Le ditte che hanno prodotto e smaltito/recuperato rifiuti assimilati agli urbani in quantità superiore ai Kg 30 al mq, per avere diritto all’ESENZIONE dal pagamento della TRSU, possono presentare la relativa “Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà“.
In questo caso dovranno provvedere direttamente, avvalendosi di ditte specializzate, allo smaltimento di tutti rifiuti prodotti in quanto non potranno più utilizzare il pubblico servizio (cassonetti ecc.).
Le ditte che hanno avviato correttamente al recupero rifiuti assimilati agli urbani (con esclusione degli imballaggi terziari, non assimilati agli urbani) possono presentare la richiesta di rimborso. (in caso di richiesta di password, premere il tasto “Annulla”)
Alla richiesta occorre allegare copia dei formulari rifiuti relativi all’anno precedente.

Info
Claudia Chinaglia
tel. 0381.299332