Espone Roberto Gardella – l’artista che dipinge i pensieri

dal 30 marzo al 28 aprile 2024 – Sala 10, Pinacoteca Civica, Castello Visconteo-Sforzesco, Vigevano (PV)

Il Comune di Vigevano, nell’ambito delle mostre che organizza all’interno della Pinacoteca, ospita dal 30 marzo al 28 aprile 2024, una antologica di una dozzina opere di Roberto Gradella, definito il pittore che dipinge i pensieri”.

Pensieri che possono rappresentare quelli del visitatore che vive intensamente, come l’autore, un rapporto d’amore con quei frammenti di natura e di vita, serena e semplice, ancora avulsi dall’alienazione, dalla transitorietà e dalla vacuità contemporanea.

Il viandante che percorrerà la mostra, condividerà con il pittore la intima ricerca di emozioni ancestrali e forti, legate alla storia di un popolo che ha ancora bisogno di vivere con la terra e con l’ansia e il piacere di ritrovare sia l’equilibrio tra uomo e natura che la relazione tra uomini di diverse generazioni.

Ogni quadro evoca ricordi antichi di una civiltà contadina, nella quale i valori che guidavano gli atteggiamenti erano conseguenti ai bisogni di primo livello come mangiare, bere, stare insieme, gioire degli alberi e dei loro frutti, dei fiumi, dei prati che ci circondavano con la loro vita, dei colori a perdita d’occhio, dei movimenti della vita e passeggiare tra questi scorci.

Lo spettatore stesso potrà stabilire se si tratta della rappresentazione di una sfida, di una scommessa da vincere sul futuro per riappropriarsi della nostra natura più intima, per tornare ad apprezzare i fondamentali della vita, lo scorrere naturale del tempo, il saziarsi di piaceri tangibili e irrinunciabili.

Gradella ha il coraggio di compiere questo esercizio nel III millennio! Nutrendosi di fantasia anche infantile come era capace Chagall, di potenza compositiva e coloristica, come erano capaci i macchiaioli: la visita della mostra potrà rivelarsi una scoperta rigenerante per vivere intensamente una storia umana dimenticata ma fondante, che restituisce il senso della vita, della fatica e dell’ozio, lo stento e la meraviglia di vivere secondo natura, lo spazio e il tempo della nostra storia, il destino antico e inalienabile dell’uomo.

Adriano Botta

 

L’ARTISTA CHE DIPINGE I PENSIERI

Roberto Gradella, milanese, si forma artisticamente negli anni ’60 presso la Scuola Superiore d’Arte del Castello Sforzesco di Milano.

In seguito fonda l’omonima Agenzia di Pubblicità a Peschiera Borromeo, Milano e la dirige con passione e successo per quasi 50 anni.

Nella sua esperienza di vita cerca, vede e vive intensamente il rapporto con la natura delle origini, poi la osserva con l’innocenza tipica dell’occhio del bambino che si emoziona senza cercarne il significato, la rappresenta con pennellate veriste e naturaliste e infine la condivide con chi conosce i confini tra le sfere della realtà e del sogno.

E’ un pittore che con i pennelli e la tavolozza confessa e rappresenta la sua Aspirazione, la stessa che appartiene a molti di noi, la stessa che deve essere protetta e testimoniata.

Forse si tratta anche di un accorato messaggio che emerge dal passato di quegli uomini che sono riusciti per migliaia di anni a convivere in perfetta simbiosi con la forza universale generatrice della vita e dei sentimenti.

Allegati

  • pdf INVITO
    Dimensione file: 325 KB Downloads: 66