NOI - mille volti e una bugia Il tempo degli dei Divina Commedia Non mi hai detto più ti amo Piccole gonne The deep blue sea Sei personaggi
Strumenti personali
Sei qui: Home Eventi BENEDETTA - Fuori Abbonamento

BENEDETTA - Fuori Abbonamento

Benedetta, nonostante i crimini subiti, sofferti e provocati, si aspetta, citando Simone Weil, che comunque le venga fatto del bene e non del male e per questo è sacra. E poiché l’attendersi comunque del bene e non del male è una condizione propria del genere umano, Benedetta ci ricorda che siamo sacri. Per questo le vogliamo un gran bene.
Benedetta

Benedetta

Quando: il 15/03/2019 dalle 21:00 alle 23:30

Dove: Teatro Cagnoni

Contatto: teatro cagnoni - 0381 82242 - cagnoni@comune.vigevano.pv.it

Aggiungi l'evento al calendario: iCal - Google Calendar

Venerdì 15 Marzo 2019

Ore 21,00

 

 

 

TeatroIncontro

presenta

BENEDETTA

Scritto e diretto da Mimmo Sorrentino

con

Federica Ciminiello e Margherita Cau

musiche Andrea Taroppi

 

Benedetta, nonostante i crimini subiti, sofferti e provocati, si aspetta, citando Simone Weil, che comunque le venga fatto del bene e non del male e per questo è sacra. E poiché l’attendersi comunque del bene e non del male è una condizione propria del genere umano, Benedetta ci ricorda che siamo sacri. Per questo le vogliamo un gran bene.

Benedetta si sdoppia per non essere travolta dal reale, dall’incubo della sua condizione. Nello sdoppiarsi sbraita, si insulta, si detesta, si teme. Ma poiché sdoppiarsi davanti all’incubo, al reale è una reazione propria del genere umano, Benedetta ci sdoppia, facendoci vivere la tensione della separazione e la naturale propensione alla ricomposizione. Nel voler ricomporre Benedetta, altro non vogliamo che ricomporre noi stessi. Benedetta ci impone la ricomposizione ed è per questo che ci affascina.

Benedetta ci svela, raccontando dall’interno, la condizione femminile nei contesti di criminalità organizzata di cui nessuno sa nulla perché sfugge alla cronaca, alla letteratura iper realistica, agli studi di genere. Nel farlo apre le porte della poesia in contesti che hanno messo all’indice la poesia. Il suo è un atto rivoluzionario come è rivoluzionario che a recitare il suo personaggio siano Federica e Margherita, due donne che hanno iniziato in carcere il loro percorso teatrale e che ora lo continuano professionalmente da libere. Grazie a lei, grazie a loro, si inventa una nuova lingua con cui raccontare e parlare della criminalità organizzata “il cui valore, scrive Nando Dalla Chiesa, è incalcolabile perchè queste donne, anche se non denunciano, non tradiscono, possono diventare un fatto esemplare per il paese”.

“Benedetta” è in turnè a Milano, Pavia, Verona, Roma e poi a maggio del prossimo anno al teatro Elfo-Puccini.

Lo spettacolo è prodotto nell’ambito del progetto “Educarsi alla Libertà”.

 

loghi

 

 

Informazioni costi e acquisto biglietti

Elenco prezzi stagione 2018/2019

Per orari, modalità d'acquisto e informazioni sui biglietti e abbonamenti visita la pagina dedicata

Notizie