Sections
Strumenti personali

TARI - Informazioni

Tassa sui RIfiuti

Informazioni TARI 2019

ecco le scadenze per il pagamento:

- prima rata 31 maggio 2019
- seconda rata 30 novembre 2019
è possibile anche pagare i due modelli in un'unica soluzione entro il 30 novembre 2019.

 

Per le ditte interessate all' esenzione TARI 2019 all'avvio al riciclo. Termine per la presentazione di entrambe le dichiarazioni: 28 febbraio 2019
RAVVEDIMENTO OPEROSO TARI. Scarica il modello (da compilare a partire dal 22-01-2019)

Atto e allegati:  DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE DEL TRIBUTO SUI RIFIUTI (TARI) - ANNO 2019

Deliberazione di Consiglio Comunale n. 17/2019

Tariffe utenze domestiche

Tariffe utenze non domestiche

Alle tariffe si applica un’ulteriore percentuale del 5% per Tributo Provinciale.

Regolamento per l’applicazione della Tassa sui Rifiuti

 

Info

La tassa è dovuta per il possesso, l'occupazione o la detenzione di locali e aree scoperte, adibiti a qualsiasi uso, nelle zone del territorio comunale.
Sono tenuti a presentare denuncia coloro che:

  • acquisiscono o modificano la residenza o domicilio in Vigevano
  • variano la metratura di locali già occupati
  • modificano la destinazione d'uso degli stessi
  • emigrano in altre località
  • iniziano un'attività, la cessano o la trasferiscono, ecc...

Si rammenta che l’obbligazione tributaria tra occupanti/detentori è solidale.

 

Informazioni necessarie

Per i CITTADINI e per le DITTE INDIVIDUALI:

- metrature al netto dei muri suddivise per destinazioni d'uso
- dati nascita e codice fiscale del contribuente
- data esatta inizio occupazione locali
- estremi catastali delle unità immobiliari occupate

- eventuale delega alla firma

 

Per le SOCIETA'
- ragione sociale, sede legale e dati del legale rappresentante
- partita IVA
- codice fiscale
- metrature al netto dei muri suddivise per destinazioni d'uso

- eventuale delega alla firma

Si rammenta che per enti e società qualsiasi denuncia deve essere effettuata dal legale rappresentante o da un suo delegato.

Scarica qui il modello per la denuncia di occupazione/variazione per attività

 

In caso di decesso del contribuente

La denuncia di variazione deve essere presentata dagli eredi o dai conviventi. Considerate le diverse situazioni che potrebbero determinarsi, si consiglia di prendere contatto con gli uffici.

 

Termini di presentazione denuncia di occupazione/variazione

La denuncia di occupazione/variazione (per abitazioni o attività) deve essere presentata entro il termine del 20 gennaio dell'anno successivo a quello di inizio dell'occupazione.
La tassa decorre dal giorno dell'inizio dell' occupazione/detenzione/possesso dei locali e/o delle aree oggetto di dichiarazione.

Devono essere dichiarate, utilizzando l’apposita dichiarazione sostitutiva di notorietà, le persone non facenti parte del nucleo familiare anagrafico, ma dimoranti nell’utenza per almeno sei mesi, anche non consecutivi, nell’anno solare.

In caso di componenti del nucleo familiare che svolgono attività lavorativa/di studio all’estero o degenze in istituto di ricovero, comunità, centri socio-educativi e simili, per periodi non inferiori a mesi sei  occorre dichiarare tale circostanza utilizzando l’apposita dichiarazione sostitutiva di notorietà.

Scarica qui il modello per la denuncia di occupazione/variazione per utenze domestiche

 

Riduzioni di tariffe

1.     Riduzioni tariffarie, nella misura del 10 % sono previste in caso di:

a)    abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato e discontinuo

Scarica il modello per richiedere la riduzione del 10%

 

2.     Riduzioni tariffarie, nella misura del 30 % sono previste in caso di:

a)    locali, diversi dalle abitazioni, ed aree scoperte adibiti ad uso stagionale o ad uso non continuativo, ma ricorrente.

b)    unità abitative possedute/detenute da soggetti già ivi residenti, non occupate e non locate e tenute a disposizione, avendo gli stessi trasferito la propria residenza/domicilio in istituti di ricovero, sanitari o simili, il numero degli occupanti è fissato, previa richiesta documentata, in una unità.

Scarica il modello per richiedere la riduzione del 30%

La riduzione decorre dal giorno successivo alla ricezione della denuncia di variazione.

CHI HA GIA’ LA  RIDUZIONE NON DEVE PIU’ PRESENTARE ALCUNA LA DOMANDA.

 

Modalità di pagamento

Il pagamento deve essere effettuato tramite l’apposito Modello F24, allegato all’avviso di pagamento inviato dal Comune, da presentarsi presso gli uffici postali o qualunque banca.

E’ possibile anche la compilazione on line del Modello F24 avendo cura di trascrivere correttamente tutti i dati presenti sul Modello inviato dal Comune con particolare attenzione al codice identificativo.

Non è possibile effettuare pagamenti in Tesoreria Comunale  o tramite bonifico.

 

Cessazione occupazione locali

La denuncia di cessazione può essere presentata solo se i locali sono completamente vuoti e privi di arredi.

La cessazione decorre dal giorno di presentazione della relativa dichiarazione.

In caso di mancata tempestiva presentazione della dichiarazione di cessazione, il tributo non è dovuto dalla data di effettiva cessazione se l’utente dimostra con idonea documentazione  (es.: chiusura delle utenze acqua, luce o gas, disdetta contratto di affitto, atto di vendita ecc.) di non aver continuato l’occupazione, la detenzione dei locali e delle aree, entro 60 giorni dalla notifica di un eventuale avviso di accertamento.
In caso di decesso del contribuente la denuncia di cessazione deve essere prodotta da un familiare/convivente/erede.

Scarica qui il modello per la denuncia di cessazione

 

Agevolazioni per operatori economici (ditte individuali o società)

I soggetti titolari di insediamenti relativi ad attività produttive, commerciali e di servizi sui quali si formano rifiuti specialiassimilati agli urbani per quantità complessive superiori ai 30 Kg/mq devono presentare al Servizio Tributi, entro il mese di febbraio di ogni anno, dichiarazione sostitutiva di atto notorio attestante il quantitativo di rifiuti assimilati complessivamente prodotti e smaltiti/recuperati nell’anno precedente. Qualora vengano accertate le condizioni di detassazione, la stessa decorrerà  dal 1° gennaio dell’anno di presentazione della dichiarazione.

 

Per i produttori di rifiuti speciali non assimilabili agli urbani non si tiene conto della parte di area dei magazzini, funzionalmente ed esclusivamente collegata all’esercizio dell’attività produttiva, occupata da materie prime e/o merci, merceologicamente rientranti nella categoria dei rifiuti speciali non assimilabili, la cui lavorazione genera comunque rifiuti ispeciali non assimilabili, fermo restando l’assoggettamento delle restanti aree e dei magazzini destinati allo stoccaggio di prodotti finiti e di semilavorati e comunque delle parti dell’area dove vi è presenza di persone fisiche. I soggetti che si trovano nelle condizioni di cui al periodo precedente devono presentare al Servizio Tributi dichiarazione attestante la detenzione degli immobili di cui sopra, con allegate planimetrie e copia delle fatture/formulari, relativi ai costi sostenuti per lo smaltimento dei rifiuti pericolosi e/o speciali non assimilati.

 

A tutti gli operatori economici che dimostrino di aver effettivamente e correttamente avviato al riciclo quantitativi di rifiuti assimilati in percentuale pari o superiore al 15% in relazione alla produzione Kg/mq anno sarà effettuato un discarico/rimborso in percentuale come da tabella B del Regolamento TARI.

Per godere dell’agevolazione gli operatori economici devono presentare al Servizio Tributi, entro il mese di febbraio di ogni anno, termine da considerare perentorio, istanza debitamente documentata relativa al quantitativo di rifiuti avviati al riciclo nell'anno precedente, specificando l’attività svolta.

Il discarico, spettante agli operatori che hanno presentato regolare istanza, sarà conguagliato sulla TARI per l’annualità nel corso della quale è stata prodotta la relativa documentazione (formulari dei rifiuti).

Si intendono avviati al riciclo i rifiuti conferiti direttamente alla Piazzola di raccolta gestita dal Comune o dal Soggetto Gestore del servizio, nonché quelli conferiti a raccoglitori autorizzati, dei quali venga dimostrato l’avvio corretto ed effettivo al riciclo.

 

Riduzione TARI utenze non domestiche per cessione derrate alimentari- art.17 bis Regolamento TARI – (scarica il regolamento)

si comunica che a seguito della modifica del regolamento TARI ( D.C.C. n. 16 del 18/02/2019) e’ stata introdotta la possibilita’ ( art.17 bis), per le utenze non domestiche che cedono alimenti di ottenere delle riduzioni.


Anni precedenti:

Dai primi 15 giorni di maggio i cittadini ricevono a casa i modelli F24 per il pagamento della TARI 2017.
Ecco le scadenze per il pagamento:
- prima rata 31 maggio 2017
- seconda rata 30 novembre 2017
è possibile anche pagare i due modelli in un'unica soluzione entro il 30 novembre 2017.

Atto e allegati:  DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE DEL TRIBUTO SUI RIFIUTI (TARI) - ANNO 2017

Deliberazione di Consiglio Comunale n. 7/2017 e relativi allegati

___________________________________________________________________________________________________
Anni precedenti:

Atti (deliberazione tariffe 2016)

Deliberazione di consiglio comunale n. 25/2016

Allegato 1 (dati economici)

Allegato 2 (tariffe utenze domestiche)

Allegato 3 (tariffe utenze non domestiche)

___________________________________________________________________________________________________

Anni precedenti:

Pagamento della TARI anno 2015

Le scadenze previste sono le seguenti:

Prima rata: 30 settembre 2015

Seconda rata: 31 marzo 2016

___________________________________________________________________________________________________

Anni precedenti:

La TARI ha sostituito la TARES

Dall’1/1/2014 è istituita la Tassa sui Rifiuti (TARI) destinata a finanziare i costi  del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti.

Il 22 maggio 2014 il Consiglio Comunale ha approvato il Regolamento per l’applicazione della Tassa sui Rifiuti e il 30 luglio 2015 (Deliberazione n. 49) le tariffe per l'anno 2015 (vd. più in basso su questa pagina). La Giunta Comunale ha designato il funzionario responsabile della TARI con deliberazione n. 64/2014.

Il Servizio Tributi invia a tutti i contribuenti una comunicazione relativa alle modalità di pagamento e agli importi dovuti.

Servizi dalla A alla Z correlati
Tributi Tributi
archiviato sotto: ,